Come scegliere le cabine armadio

Le cabine armadio sono tra gli elementi di arredo più gettonati del momento. Grazie alle moderne proposte, spesso è possibile inserirle anche in contesti molto ristretti. Non tutti infatti hanno la fortuna di potergli dedicare un’intera stanza oppure, abbondante parte della stanza in possesso. Di conseguenza, ci si deve un po’ accontentare di soluzioni più ristrette, adatte all’ambiente di casa.

 

All’interno di una cabina armadio cosa ci si mette? Ovviamente tutto quello che mettereste in un armadio, ma anche qualcosa di più! Qui ci mettete vestiti eleganti e non, scarpe, ma anche cravatte, biancheria intima, cintole e perché no, collane, bracciali e altre cose che vanno a definire il vostro stile.

 

Una cabina armadio quando è particolarmente spaziosa può contenere anche la zona trucco. Ma qui si inizia a parlare davvero di intere stanze o comunque metrature piuttosto interessanti.

 

Si perché guardiamo in faccia la realtà, nella maggior parte dei casi possiamo permetterci di dedicare alla cabina armadio solo un piccolo spazio.

 

Potete optare per una cabina armadio dal modulo flessibile, sia in altezza che in larghezza. Quelli a modulo flessibile si adattano anche agli ambienti più ristretti invece. Ci sono le cabine armadio autoportanti, cioè non ci sono strutture portanti da fissare al soffitto o alle pareti. Ideali per chi non può o non vuole a causa per esempio della conformazione del muro oppure perché non possono portare cambiamenti a una casa in affitto. I vari moduli quindi possono essere poi irmossi e spostati.

 

C’è poi la tradizionale cabina armadio a muro, la quale infatti va fissata al muro. I pannelli sono attaccati alla parete, con i vari ripiani, cassetti e cassettiere all’interno. Ci sono poi vari moduli singoli.

 

A livello stilistico ricordatevi di riprendere lo stile della camera intera, soprattutto  le ante esterne. Colori e materiali dovrebbero essere riprodotti il più fedelmente possibile.

Potrebbero interessarti anche...